Una valvola contro gli sprechi.

Valvola termostatica.

Negli ultimi tempi si parla molto di problematiche ambientali e surriscaldamento globale, noi di 5B dol. ci siamo documentati su questo argomento anche in classe, visionando ad esempio i film di Al Gore e discutendone tra di noi.

Ci siamo domandati come poter intervenire in modo concreto per sostenere questa rivoluzione ambientalista. Nel nostro Istituto abbiamo riscontrato un problema in particolare: l’inadeguato funzionamento dei sistemi di riscaldamento a livello di efficienza energetica. Spesso si verifica che a partire da febbraio/marzo in certe aule si tengano le finestre aperte, nonostante i caloriferi siano accesi e questo per la errata regolazione degli stessi: in alcune aule è troppo caldo, mentre in altre fa freddo.

Abbiamo scoperto che un piccolo dispositivo, chiamato valvola termostatica, può migliorare l’efficienza dell’impianto; questo significa risparmi e riduzione delle emissioni di CO2.

Si tratta di una piccola valvola da installare su ogni termosifone che permette di regolare il flusso di calore e i consumi di ogni radiatore in base alla temperatura della stanza.

Il costo per installare una singola valvola termostatica in Italia oscilla fra i 70 e i 100 euro, ma il costo medio nazionale corrisponde a 78 euro per ogni valvola (costo valvola + manodopera). Tra l’altro, per alcune tipologie di impianti, è obbligatoria per legge, per cui sono previste sanzioni per chi non si adegua.

Indipendentemente da qualunque altro intervento, la sostituzione delle valvole radiatore di tipo manuale con valvole termostatiche permette, con una spesa molto contenuta, di ottenere importanti risultati. Lo provano diversi studi, tra cui quello di ENEA e quello dell’associazione VDMA. Lo studio ENEA è stato condotto in un palazzo a Torino durante la stagione invernale 1994-1995; da questa ricerca sono state tratte le seguenti conclusioni:

-la temperatura interna dei locali è fortemente influenzata dalla temperatura esterna: i piani più bassi sono quelli che ne risentono di più;

-la presenza di valvole termostatiche garantisce la chiusura dei singoli radiatori nel momento in cui le temperature raggiungono i valori limite impostati (20,5 °C);

-il consumo stagionale senza valvole termostatiche è stato di 20.607 m³ di gas metano; in quella successiva, con le teste termostatiche, il consumo è sceso a 15.943 m³ con una riduzione del 22,6%;

– l’impianto in oggetto, per riscaldare i 12 appartamenti dell’edificio pilota, riduce l’immissione in atmosfera di 5,63 tonnellate di CO2 all’anno e, come tutti sanno, la CO2 è un gas-serra.

VALVOLE TERMOSTATICHE NELLE SCUOLE: UTOPIA?

In Italia questo sistema innovativo di risparmio è stato già adottato da diverse scuole, ad esempio quella di Monterotondo Marittimo e Gazzola (Piacenza). Grazie alle valvole termostatiche, in questo ed in altri istituti d’Italia, si è riscontrato un risparmio dal 10 al 30 percento.

E il Panzini cosa fa?

5B dolciaria.

Lascia un commento