L’Europa in tasca: conoscere per partecipare.

Risultato immagine per europa direct
I CENTRI EUROPE DIRECT

Il  6 febbraio 2019, in Sala incontri, noi studenti delle classi 5A TUR, 5B TUS e 5C TUR  abbiamo incontrato degli esperti che ci hanno informato sulle  opportunità offerte ai giovani dagli Europe Direct, centri finanziati dalla Commissione Europea e disseminati su tutto il territorio. Esistono varie reti   a cui accedere, tra queste l’ Eurodesk: interamente destinata ai ragazzi e presente  ad Ancona e Macerata.

Tra i vantaggi offerti dall’ Europa vogliamo segnalare soprattutto questi ambiti:

● BIGLIETTI TRENO INTERRAIL: un’importante novità con la quale vengono messi a disposizione biglietti  ferroviari a prezzo vantaggioso, in numero limitato, per i diciottenni. In questo modo è possibile viaggiare individualmente o anche in gruppo di massimo cinque  persone,  in tutta Europa per un mese. Per tutte le informazioni è possibile consultare il sito DiscoveryEU.

● ERASMUS PLUS, cioè possibilità di studio all’estero.

● ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO ALL’ESTERO

● TIROCINI LAVORATIVI: ovvero apprendistato extracurriculare retribuito. I costi di viaggio sono coperti.

● SERVIZIO DI VOLONTARIATO EUROPEO: cioè un periodo da 2 a 15 mesi durante i quali si possono svolgere attività di volontariato in un Paese europeo. Non sono richieste competenze particolari. Si ha diritto a vitto ed alloggio, presso una struttura convenzionata e ad una assicurazione sanitaria. Chi svolgerà il servizio potrà fare riferimento ad un tutor e riceverà una formazione linguistica prima della partenza.

● GEMELLAGGI TRA SCUOLE E TRA STUDENTI.

● VOLONTARIATO: i maggiorenni, possono scegliere di partire alla volta di zone colpite da calamità naturali e già messe in sicurezza. Qui assisteranno le comunità locali per un periodo che va dai 2 ai 12 mesi. Tutte le spese saranno coperte.  Il giovane che parte verrà supportato da un’organizzazione in Italia e da una nel Paese dove si svolgerà l’attività di volontariato.

● TIROCINIO+LAVORO: per il quale viene messo a disposizione un fondo di 600 euro a persona con cui è possibile coprire le spese di un colloquio di lavoro nel Paese estero dove si cerca occupazione. Sono anche messi a disposizione 400 euro a persona di contributi per i costi di formazione linguistica e per il riconoscimento delle qualifiche scolastiche.

● ERASMUS PER GIOVANI IMPRENDITORI: aderendo a questa iniziativa si ha la possibilità di formarsi presso un imprenditore di un settore complementare al proprio, per un periodo di circa 6 mesi. In questo modo si potranno apprendere metodi organizzativi e strategie imprenditoriali. Le spese che il giovane sosterrà verranno rimborsate.

Nella seconda parte dell’incontro è stata poi affrontata la problematica dello scarso coinvolgimento dei neo-diciottenni nelle consultazioni politiche europee che si terranno a maggio. Pare infatti che molti giovani non si sentano parte della Comunità europea, forse anche perché la conoscono poco,    e che non vadano a votare. Questo è un fenomeno interessante che potrebbe essere studiato meglio anche relativamente al nostro Istituto. Gli esperti ci hanno anche  informati  dei finanziamenti  messi a disposizione dei giovani dall’Unione europea e come risalire ai bandi per accedere ai fondi stessi che, in caso di mancato utilizzo, vengono ridistribuiti secondo criteri precisi. L’incontro si è concluso con una serie di diapositive che ci hanno mostrato come i fondi europei siano stati fondamentali per lo sviluppo del lavoro giovanile e ci sono stati indicati i siti da consultare per lavorare all’ estero. La mia classe ha valutato questo  incontro fondamentale per il nostro futuro, in quanto ci sono state fornite delucidazioni su ciò che l’Europa offre per integrarci al meglio. Alla fine meeting tutti noi abbiamo provato un senso  di maggiore appartenenza all’Europa.

Gaia Azzone & Nicole Mosca

Lascia un commento